Bosisio Parini, 13 settembre - Hanno fatto visita al Polo lombardo dell’Istituto Medea l’On. Patrizia Toia, Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione per l’industria, la ricerca e l’energia, e la Dr.ssa Maria Vasile, Policy Officer del Direttorato “People”, Unità Healthy Lives, che segue la politica della ricerca e innovazione in ambito sanitario. Al centro dell'incontro la ricerca scientifica nel contesto europeo e la necessità di sinergia e coordinamento tra i diversi Paesi. Leggi tutto

di Chiara Cantiani et al.

L’abilità di discriminare stimoli acustici presentati in rapida successione (nell’ordine di decine di millisecondi) è cruciale per lo sviluppo delle abilità linguistiche nel corso del primo anno di vita. Questa abilità, chiamata Rapid Auditory Processing (processamento acustico rapido, RAP), è alterata nei neonati a rischio familiare per disturbi del linguaggio e dell’apprendimento (LLI) ed è un affidabile predittore delle successive abilità linguistiche.

In questo studio, abbiamo indagato il pattern di oscillazioni neurali sottostante le abilità di RAP in un gruppo di infanti italiani di 6 mesi di età a rischio per LLI (FH+, n=24), confrontati con un gruppo di infanti di controllo senza tale rischio (FH-, n=32). E’ stato registrato un elettroencefalogramma (EEG) durante la presentazione acustica di stimoli non-verbali che differivano tra loro per frequenza fondamentale o per durata. Sul tracciato EEG sono state svolte analisi di localizzazione delle sorgenti neurali delle risposte elettrofisiologiche e analisi di sincronizzazione dell’attività oscillatoria (nel dominio di tempo-frequenza). Leggi Tutto