L’Istituto Scientifico Eugenio Medea ha partecipato con due progetti alla Milano Digital Week, la tradizionale manifestazione che guarda al futuro delle tecnologie. Il primo è una app sperimentale per bambini con autismo, presentata in live streaming il 19 marzo dalla psicologa Valentina Bianchi ad una platea di 200 persone. Si tratta della Pimpa, il celebre personaggio di Altan, che ora è diventata protagonista di una app per tablet realizzata grazie alla collaborazione tra RAI, IRCCS Medea e Fondazione Asphi.
Il secondo è il progetto “GIFT - enGIneering For sporT for all”, realizzato con il Politecnico di Milano con lo scopo di migliorare la qualità di vita dei bambini con disabilità, nello specifico con diagnosi di emiplegia. Il progetto si sviluppa tramite una ricerca tecnologica che vede lo sviluppo di ortesi innovative che consentano l’esecuzione dell’attività motoria; una ricerca sociale per una maggiore sensibilizzazione sullo sport come esperienza ludica e educativa che deve essere consentita anche nella disabilità.

I ricercatori dell’IRCCS Eugenio Medea di Bosisio Parini, in collaborazione con il Politecnico di Milano ed il centro di riabilitazione Villa Beretta hanno dimostrato che dispositivi assistivi per l’arto superiore possono migliorare la qualità della vita di soggetti affetti da varie forme di distrofia muscolare.
Lo studio è stato pubblicato su Journal of Neuroengineering Rehabilitation.
I dispositivi assistivi per gli arti superiori hanno la finalità di compensare la debolezza muscolare e supportare nello svolgimento delle attività quotidiane. Negli ultimi anni sono stati proposti differenti dispositivi, ma un confronto strutturato della loro efficacia non era ancora disponibile.
È stato condotto uno studio controllato randomizzato multicentrico di tipo cross-over su 36 pazienti con distrofia muscolare per valutare il miglioramento funzionale ottenuto utilizzando due esoscheletri assistivi per arto superiore.

Leggi tutto